Integrazione patto educativo di corresponsabilità A.S. 21-22

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ TRA SCUOLA, FAMIGLIA E STUDENTI

 

Integrazione prevista dalle misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2

L’integrazione del Patto di corresponsabilità tra scuola, famiglie e studenti, documento sottoscritto da ogni famiglia al momento della prima iscrizione presso il nostro Istituto, viene integrato per l’anno scolastico 2021-22 da quanto segue, visto il periodo di emergenza sanitaria e viste le indicazioni Ministeriali, del CTS e delle Autorità sanitarie locali. Il senso di stipulare un tale documento è rendere tutte le parti chiamate in causa (scuola, famiglie e studenti) collaborative e corresponsabili in un momento così particolare.

Documenti di riferimento:

  • Piano per la ripartenza in presenza (Allegato al Regolamento di Istituto – versione iniziale settembre 2021 e successivi aggiornamenti)
  • Tutti i documenti ministeriali, regionali e tecnici relativi alle modalità con cui affrontare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e cui fare riferimento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2021-22
  • Protocollo operativo di sicurezza per la gestione delle misure anti-contagio contro il virus Covid-19 della Casa Generalizia Pia Società Torinese di San Giuseppe – attività scolastica

La scuola (personale docente, non docente e direzione) si impegna a:

  1. adottare uno specifico Piano per la ripartenza (cfr. Piano per la ripartenza in presenza) per contenere la diffusione del contagio da COVID-19 e a condividerlo con famiglie, docenti, non docenti e alunni, comunicando eventuali modifiche o integrazioni delle disposizioni se necessario;
  2. garantire le condizioni di sicurezza e di igiene previste (frequente aerazione delle stanze, distanziamento, frequente igienizzazione delle mani, segnaletica necessaria, organizzazione di ingressi, uscite, spostamenti e attività particolari evitando assembramenti, uso di DPI, sanificazione degli ambienti, ecc.);
  3. attenersi rigorosamente e scrupolosamente, nel caso di acclarata infezione da COVID-19 da parte di un alunno o adulto frequentante il servizio, a ogni disposizione dell’Autorità sanitaria locale;
  4. sorvegliare che quanto previsto dal Piano per la ripartenza in presenza venga applicato correttamente da tutte le parti;
  5. garantire una didattica in modalità a distanza nel caso si verificasse la necessità in base al Piano per la DDI redatto dal Collegio docenti.

Gli alunni si impegnano a:

  1. prendere visione del Piano per la ripartenza e di tutto quanto posto in atto dalla scuola per la gestione dell’emergenza sanitaria da COVID-19 e rispettare e applicare quanto previsto da parte loro (in particolare indossare le mascherine, rispettare la distanza interpersonale di almeno 1 metro, igienizzarsi le mani di frequente e ogni qualvolta venga richiesto, rispettare la segnaletica, non toccarsi il viso con le mani, tossire e starnutire nella piega del gomito, ecc.);
  2. evitare di condividere borracce, bicchieri, bottiglie, cibo e altri oggetti personali;
  3. non venire a scuola in presenza di febbre oltre 37.5°C o altri sintomi influenzali;
  4. informare immediatamente i docenti in caso di presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante la frequenza delle lezioni e seguire le indicazioni del personale addetto in attesa dell’arrivo del genitore;
  5. collaborare con i docenti e i compagni in modo responsabile e attivo anche qualora le attività didattiche dovessero svolgersi in modalità a distanza rispettando quanto previsto dal Piano per la DDI e dal relativo regolamento redatto dal Collegio docenti.

I genitori si impegnano a:

      1. prendere visione del Piano per la ripartenza e di tutto quanto posto in atto dalla scuola per il contenimento del contagio e applicare quanto previsto da parte loro (in particolare: non creare assembramenti e rilevare la temperatura del figlio prima di portarlo a scuola);
      2. sostenere e motivare frequentemente il figlio al rispetto di quanto posto in atto dalla scuola;
      3. monitorare e vigilare con costanza sulle condizioni di salute del proprio figlio e degli altri membri della famiglia, ricordando che la precondizione per la presenza a scuola degli studenti è rappresentata da:
      • assenza di sintomatologia riferibile al COVID-19 (temperatura corporea superiore a 37,5° C, brividi, mal di gola, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratorie, ecc.);
      • non essere in quarantena o isolamento domiciliare;
      • non essere stati a contatto con persone positive al SARS-CoV-2 (sospette o confermate), per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni;
      • non essere rientrati da un Paese terzo senza aver assolto quanto previsto dalla normativa vigente
      1. giustificare con cura, con le modalità e le tempistiche previste dalla scuola, le assenze/entrate e uscite nell’orario delle lezioni del proprio figlio, in particolare se per motivi di salute;
      2. accettare che al proprio figlio possa essere misurata la temperatura all’interno dell’edificio scolastico in caso di malessere e che, qualora questa sia uguale o superiore a 37.5°C, la scuola isoli l’alunno in un’aula apposita, sorvegliandolo tramite personale addetto, fino all’arrivo di un familiare, e recarsi immediatamente a scuola una volta che si viene invitati a farlo;
      3. segnalare tempestivamente al Coordinatore didattico [email protected] oppure al Referente Covid dell’istituto [email protected] gli eventuali casi di positività al SARS-CoV-2 dei propri figli per permettere il monitoraggio dei contatti stretti da parte del Dipartimento di prevenzione locale in modo da prevenire quanto prima la comparsa di altri casi possibili;
      4. essere consapevole che, alla ripresa delle attività scolastiche, pur con le dovute precauzioni, non sarà possibile azzerare il rischio di contagio; che tale rischio dovrà però essere ridotto al minimo, attraverso la scrupolosa e rigorosa osservanza delle misure di precauzione e sicurezza, previste da appositi protocolli per lo svolgimento delle attività e che, per questo, sarà importante promuovere in famiglia comportamenti corretti in qualsiasi ambito anche al di fuori della scuola e delle attività scolastiche per prevenire e contrastare la diffusione del virus;
      5. recarsi a scuola solo su appuntamento e non entrare dalle entrate principali degli edifici, nemmeno trovando le porte aperte, senza prima suonare il campanello e attendere la risposta della segreteria;
      6. predisporre adeguati collegamenti e strumenti nelle proprie abitazioni per lo svolgimento della didattica a distanza da parte del figlio, nel caso sia necessario attivarla, ovvero informare la scuola di eventuali difficoltà a tal proposito;
      7. assicurarsi che l’alunno collabori con i docenti e i compagni in modo responsabile e attivo anche qualora le attività didattiche dovessero svolgersi in modalità a distanza rispettando quanto previsto dal Piano per la DDI e dal relativo regolamento redatto dal Collegio docenti.

       

      Premesso ciò, i genitori, l’alunno (solo se frequentante la Secondaria di I grado) e le scuole paritarie primaria e secondaria di I grado Patronato San Gaetano Istituto Padri Giuseppini, nella persona del loro legale rappresentante dell’Ente gestore, don Fidenzio Nalin, sottoscrivono la presente integrazione del Patto educativo di corresponsabilità.

    indirizzo e-mail

    genitore (o esercente la patria potestà genitoriale) dell’alunno/a

    presso la Scuola Paritaria Patronato San Gaetano - Istituto Padri Giuseppini di Thiene.